IL SINDACO NEGA LA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO…

Cosa ci si poteva aspettare da un Sindaco che, da quando si è insediato, ormai più di due anni, non ha mai avuto la capacità di dialogare, il coraggio di confrontarsi, né con la minoranza, né (fatto assai più grave) con i cittadini.  

Oggi quando ci è stato comunicato che non veniva accolta la convocazione del Consiglio Comunale, abbiamo avuto l’ennesima prova della totale chiusura e indifferenza verso delle proposte concrete, rifiutate con arroganza, in spregio alle prerogative attribuite per legge ai consiglieri. 
Perché questo atteggiamento? Come mai il Sindaco non ritiene che sei debbano dare risposte ai cittadini?
Noi riteniamo che piuttosto che una prova di forza, in realtà si tratta di una dimostrazione di grande debolezza, soprattutto perché si dimostra di temere il dibattito in Consiglio visto che le proposte presentate dalla minoranza potrebbero trovare il sostegno anche di qualche consigliere della maggioranza. 

io so' io.jpgInsomma, oltre alla solita arroganza, seppure mascherata, con cui da due anni si oppone ad ogni atto di pubblica informazione e di trasparenza il silenzio e il formalismo burocratico più becero, vi è una forte paura di allargare la spaccatura, già ben evidente, con i tanti elettori che avendo votato in buona fede, si sentono traditi dall’inettitudine e dalla inconsistenza dell’azione amministrativa di chi oggi guida il Comune di Filetto.

Ai lettori raccomandiamo di leggere attentamente le proposte che sono state respinte, così si potrà capire meglio il motivo di tanta insofferenza verso le nostre proposte.
Di seguito il comunicato stampa che annuncia il ricorso al Prefetto di Chieti contro la negata convocazione del Consiglio da parte del Sindaco, il gruppo di minoranza cercherà in tutti i modi di portare avanti questa battaglia.
Ci potete contattare per suggerimenti o altro scrivendo a: insiemeperfiletto@gmail.com
Saluti e a presto!

—————————————————————————————————-

COMUNICATO STAMPA GRUPPO DI MINORANZA FILETTO

Gentile Direttore, 

con la presente, i sottoscritti le inviano il seguente comunicato stampa, con la richiesta di darne la più ampia diffusione. 
Si coglie l’occasione per ringraziare e salutare cordialmente.

COMUNICATO STAMPA
   logo IxF.JPG
  Lista Civica
Gruppo di Minoranza

Comune di Filetto (CH)

Il Sindaco di Filetto rifiuta di convocare il consiglio comunale, chiesto dalla minoranza per abolire i gettoni di presenza.

Il Gruppo di minoranza in seno al Consiglio comunale
di Filetto, guidato dall’ex Sindaco Nicolino D’Alessandro, e dai consiglieri Abbonizio Vincenzo, Libertini Massimo e Ranieri Severino, nei giorni scorsi aveva chiesto la convocazione straordinaria del Consiglio proponendo l’abolizione dei gettoni di presenza dei Consiglieri e l’indennità di funzione dei membri della Giunta.

L’iniziativa che voleva essere una risposta concreta, un atto di “buona politica”, non è stata recepita dalla maggioranza che, confermando la volontà di continuare a percepire i gettoni e le indennità, mostra assoluta indifferenza alle istanze dei tanti cittadini chiamati a compiere sacrifici a causa della grave crisi economica. 

La minoranza che da sola aveva rinunciato nel 2010 a percepire i gettoni, proponeva di istituire, con i compensi risparmiati dall’abolizione totale dei gettoni e delle indennità dei membri della Giunta, dei “buoni sociali” per i cittadini in stato di difficoltà.

Il gruppo di minoranza che aveva chiesto, inoltre, di inserire altri punti all’ordine del giorno, oltre a numerose interrogazioni, ritiene che la mancata convocazione del Consiglio, di fatto, configura una grave lesione del diritto all’iniziativa deliberativa da parte dei consiglieri comunali, sia in ordine alle proposte di deliberazione e agli atti di indirizzo per il Sindaco e la Giunta comunale, sia rispetto alle funzioni di sindacato ispettivo che dovrebbero essere esercitate mediante la discussione delle varie interrogazioni proposte.

In tal senso, le futili motivazioni addotte per negare la convocazione del Consiglio, mettono chiaramente in evidenza la mancanza di disponibilità e di apertura al dialogo del Sindaco che, evidentemente, teme la discussione di quei punti che potrebbero trovare larga condivisione anche tra alcuni membri della stessa maggioranza in Consiglio.

In relazione alla carenza di trasparenza amministrativa e al mancato rispetto del diritto riservato a un quinto dei consiglieri di poter convocare il Consiglio Comunale, sancito dal Testo Unico degli Enti locali, dallo Statuto e dal regolamento del Consiglio comunale di Filetto, i consiglieri del gruppo Insieme per Filetto annunciano il ricorso al Prefetto di Chieti e la richiesta di provvedere “in via sostitutiva” alla convocazione del Consiglio in base all’art. 39 c.5 del D.Lgs. 267/2000 (testo unico enti locali).
Filetto, 23 settembre 2011

                                                                                                                                                               I CONSIGLIERI
Nicolino D’Alessandro – Abbonizio Vincenzo
Libertini Massimo – Ranieri  Severino                                                                                                                                            
Per una maggiore comprensione si allegano:

1) lettera al Prefetto
2) comunicazione Sindaco negata convocazione
3) richiesta iniziale convocazione consiglio
 
 è possibile aprire i suddetti documenti cliccando sui titoli che seguono

solo mancata convocazione.pdf

64733743-Richiesta-Convocazione-Consiglio-Comunale-Insieme-Per-Filetto.pdf

 

nella foto: “il Marchese del Grillo” in …. “pecché io sò io ….”

IL SINDACO NEGA LA CONVOCAZIONE DEL CONSIGLIO…ultima modifica: 2011-09-23T01:54:00+00:00da ixf
Reposta per primo quest’articolo