occasioni perdute…

Dopo 5 anni di partecipazione ininterrotta, con un programma dedicato per ogni edizione, il nostro Comune nel 2010 non partecipa a Voler bene all’Italia. Ogni cittadino può liberamente giudicare se questa scelta è stata giusta o meno:

 

Voler Bene all’Italia 2010

.Voler Bene all'Italia

La festa della Piccola grande Italia

Domenica 9 Maggio per il settimo anno,  torna Voler Bene all’Italia la festa nazionale
per la valorizzazione dei Piccoli Comuni Italiani.

I borghi più belli e più caratteristici d’Italia, anche quest’anno, avranno la possibilità di  riaprire le loro porte ai cittadini e ai turisti in una giornata di grande festa mostrando i propri tesori, attraverso degustazioni, visite guidate, percorsi naturalistici, mostre, convegni, rappresentazioni folkloristiche e poi musica, sagre, spettacoli e attività ludiche.
Puoi far partecipare il tuo Comune facendolo diventare protagonista per un giorno di questa grande festa ed aiutarlo a valorizzare le sue bellezze aderendo all’iniziativa Voler bene all’Italia.
Quest’anno la festa è organizzata sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio di:

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero per i Beni e le Attività Culturali
Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare
Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali
Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’ Innovazione
Corpo Forestale dello Stato
Protezione Civile 

Con un vasto Comitato promotore di associazioni ed enti, in collaborazione con:
EnelGreenPowerANCI

Dov’è la festa
Da Poggiorsini a Scansano, da Murlo alla Valchiusella: molti saranno i luoghi e gli eventi dove andare a curiosare in occasione  della giornata dedicata ai piccoli Comuni. 
Per scegliere tra le tante manifestazioni che si svolgeranno in tutta Italia, basterà  consultare il sito o chiedere informazioni inviando una mail  a: pgi@legambiente.it oppure telefonando al numero di Legambiente: 06 86268397
Per far partecipare il tuo Comune all’iniziativa di Voler bene all’Italia puoi compilare il modulo di adesione  che trovi nel  sitowww.piccolagrandeitalia.it o inviandolo al fax 06/86218474

Venerdì 7 Maggio Piccoli Comuni grande scuola

Venerdì 7 Maggio, l’iniziativa di Voler bene all’Italia apre le porte ad una giornata speciale tutta dedicata alle scuole, in questa occasione i giovani cittadini avranno la possibilità di fare da ciceroni per le vie dei loro Comuni mettendo in mostra le bellezze del posto.

 

Voler Bene all’Italia, il senso di questa iniziativa.

Voler Bene all'Italia

“Questa nostra terra, dove ogni valle e ogni cima ha un nome di famiglia, dove, a scavare colline, ci si accorge che sono tombe sulle quali noi siamo cresciuti, senza che mai si sia rotto nei millenni il filo della parentela con quei sepolti”. “Allora, nasce dentro di noi come un intenerimento e si sente allora, come non mai, di volere bene, ma molto bene, all’Italia”.
(dal carteggio tra Pietro Pancrazi e Pietro Calamandrei, intellettuali antifascisti)

Dalla suggestione di questo carteggio tra i due intellettuali nasce il nome Voler Bene all’Italia, con cui Legambiente ha battezzato la giornata di festa dei e per i piccoli comuni.

Una festa che si ripete ogni maggio dal 2004 ed è realizzata sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, con il sostegno di un vasto Comitato Promotore.

Una giornata di festa per tutti coloro che in questi luoghi vivono, ma anche per quanti hanno imparato ad apprezzarli ed amarli, un’occasione per scoprire i tanti gioielli che si nascondono dentro questa Italia poco nota. Voler bene all’Italia vede ogni anno l’adesione di migliaia di comuni, parchi, comunità montane, regioni e province, ma anche di scuole, associazioni di volontariato e molte altre realtà culturali e produttive locali. Un insieme variegato di istituzioni e soggetti territoriali, che per l’occasione si mobilitano all’unisono e aprono le porte dei loro borghi, facendo percepire la voce festosa di quest’Italia, minore solo nelle liste dell’anagrafe.

Una PiccolaGrandeItalia insomma, ben descritta dalle parole dell’ex Presidente della Repubblica. Carlo Azeglio Ciampi, infatti, durante il suo settennato ha sempre sostenuto questi luoghi, ricordando che: “Questi borghi rappresentano un presidio di civiltà, concorrono a formare un argine contro il degrado idrogeologico e spesso posseggono impianti urbani medievali, antichi, di grande valore. Riconquistiamo questi luoghi”.

occasioni perdute…ultima modifica: 2010-05-10T14:51:40+00:00da ixf
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento